Melodie aliene dalle Fasce di van Allen

 

il  30 agosto  2012 la NASA lanciò due sonde spaziali identiche per la missione Radiation Belt Storm Probes (RBPS) con lo scopo  di  studiare le regioni  dello spazio  circumterrestre chiamate Fasce di  van Allen.

Semplificando  le Fasce di  van  Allen possono essere immaginata come una grossa ciambella (geometricamente un toroide) composte da un plasma di particelle cariche, trattenuto dalla forza del  campo  magnetico  terrestre.

Le Fasce di  van Allen si  dividono in una zona interna stabile composta da un plasma di  elettroni  e ioni positivi, una zona esterna composta da soli  elettroni ad alta energia e molto più dinamica.

In effetti gli  strumenti  a bordo delle due sonde hanno  evidenziato  la presenza di una terza fascia transitoria più esterna nella fase di  comprensione verso  l’interno  delle due sopra citate.

A bordo  delle sonde della missione RBPS sono alloggiate una suite di  strumenti (EMFISIS) per misurare il campo elettrico  e magnetico, compreso fra i 10 Hz ed i 400 kHz, dei  settori  delle Fasce di  van Allen . 

Craig Kletzing, professore di  fisica dell’Università dello  Iowa, ha trasformato le onde elettromagnetiche registrate da EMFISIS in un suono percettibile dall’orecchio umano (si  ricorda che il nostro  campo  uditivo è compreso  fra i 20 Hz e 20 kHz).

Il risultato è un suono alieno ma, in un certo  senso, affascinante.

 

TRACCE AUDIO

 

TRACCIA 01 

TRACCIA 02

TRACCIA 03

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*